SPIRITO ATTACCA COMUNE E PUBLISERVIZI: CAMBIATO IL REGOLAMENTO COMUNALE, INCAMERATE SOMME MAI AUTORIZZATE

cartellaDalla casella di posta elettronica dell'ex assessore comunale Nello Spirito riceviamo lunedì sera una mail intitolata "TARI" che non esitiamo a pubblicare integralmente perché contiene anche una mezza notizia (Spirito, ad investitura già avvenuta per la candidatura a sindaco del partito di Forza Italia, firma ancora questa mail con la "sua" lista Uniti per Caserta), anche se è già stata diffusa da qualche sito, come ilcasertano.it.
La "denuncia" di Spirito, forte nei termini utilizzati all'indirizzo del Comune e di Publiservizi, è degna di attenzione anche per gli organi investigativi, oltre che per la magistratura contabile e penale: un regolamento comunale sarebbe stato modificato per incamerare somme mai autorizzate da alcuno. Nelle procedure successive si realizzerebbe, goccia a goccia, anche una sorta di danno erariale per le casse comunali.
Pare che Spirito – questa è un'indiscrezione, lui non lo chiarisce – avrebbe anche allertato ufficialmente il commissario straordinario, prefetto Maria Grazia Nicolò. Senza alcun esito, finora.
Una "denuncia" gravissima, che non ha avuto l'eco mediatica che pare meritare e che potrebbe finire quanto prima in un carteggio investigativo e giudiziario.
Particolare degno di nota: Spirito non cita i "cervelli del IV piano" del Comune, facilmente riconducibili a un solo cervello, quello del responsabile Girolamo Santonastaso. C'è da attendersi che proprio Publiservizi e Santonastaso diventino i principali bersagli della sua campagna elettorale.

cartella
LA "DENUNCIA" DI NELLO SPIRITO

I cervelli del IV piano di Palazzo Castropignano hanno colpito ancora.Mentre molti Comuni per non gravare sui contribuenti fanno pagare le tasse in autoliquidazione o con spese di notifica a carico dell'Ente o del Concessionario , qui a Caserta, cambiano il regolamento comunale , carpendo la buona fede della Nicolò, raccontandogli la frottola dei pagamenti non tempestivi  , fanno consegnare gli avvisi a dei ragazzi pagandoli 1 euro a notificaaddebitano ai contribuenti 8,75 euro.Naturalmente questi soldi verranno incassati interamente dalla Concessionaria oltre gli aggi che con l'iva superano il 10%.Nel caso qualcuno decidesse di pagare senza le spese di notifica,Publiservizi tratterà prima le spese di notifica e poi riverserà all'Ente il tributo in maniera inferiore.Infine il Comune siccome si tratta di una cifra inferiore ai 12 euro non chiederà più niente con conseguenze negative sulle casse dell'Ente.Sono proprio dei maghi della Finanza i funzionari di Palazzo Castropignano, ma tanto a loro e alla concessionaria  va tutto bene, eccome.Povera Caserta.Poveri noi. Uniti per Caserta Spirito Sindaco

cartella

 

Tags: , , , , , , ,

 
 

About the author

More posts by

 

 

 

Add a comment

required

required

optional