Il Papa a Caserta? Un lettore: denunci gli abusi edilizi

SANTant1

Nella giornata in cui si rincorrono le voci della possibile visita privata di Papa Francesco a Caserta un lettore ci fa notare che, a distanza di un anno dalla pubblicazione di un articolo che segnalava la misteriosa storia dell'abbattimento di un palazzo in via Sant'Antida, Caserta Monitor non ha scritto dell'avvenuto sequestro giudiziario del relativo cantiere, indicato con tanto di cartello dei carabinieri all'esterno dell'abbattimento adiacente all'istituto Sant'Antida.

Una storia che solo i lettori di Caserta Monitor conobbero: nessun organo di informazione ne scrisse. Se ne può leggere qui: http://goo.gl/etp44Z

"Pelo e contropelo", avevamo scritto quando Caserta Monitor nacque. Quella storia continua per noi ad essere misteriosa, perché mai chiarita completamente. Che fine farà quello spazio vuoto dove doveva essere costruito un immobile di sei piani fuori terra?
Intanto, si è fermato il possibile business del "cemento armato" che quell'articolo quantificava in 20/30 milioni di euro.

Qualcuno potrebbe chiedersi cosa c'entri Papa Francesco che abbiamo citato qui sopra. Il nostro lettore aggiunge che ha voluto indirizzare al pontefice un messaggio personale per chiedergli di alzare la sua denuncia contro gli abusi edilizi che degradano Caserta. Chissà cosa ne penserà Papa Francesco.

 

Tags: , ,

 
 

About the author

More posts by

 

 

 

Add a comment

required

required

optional